Per il Moscati la spiritualità è sanante e terapeutica

Un esempio per i medici di oggi La vita del Moscati è una forte provocazione per tutti coloro che svolgono la professione del medico. Certo, il ruolo del medico è cambiato, non viene più considerato con quel carattere di sacralità e di paternità che gli si riconosceva un tempo. In più la professione medica rischia di seguire finalità per lo più economiche che spostano il rapporto medico-malato a medico-cliente. Inoltre l’autonomia del paziente,…

Leggi tutto

Moscati, gli ammalati poveri e l’umanità della medicina

Per i napoletani il Moscati è ancora oggi ricordato come il medico dei poveri: il suo studio, nel cuore della vecchia Napoli in via Cisterna dell’Olio, era sempre pieno di pazienti. L’ultima delle sue preoccupazioni era l’onorario: ai poveri chiedeva di lasciare quanto potevano in un cestino all’ingresso dell’ambulatorio oppure di prendere quello di cui avevano bisogno. Chi era e cosa ha fatto Giuseppe Moscati per essere ricordato ancora oggi…

Leggi tutto

Madre Teresa di Calcutta e la sua preghiera

Non aspettare di finire l’università, di innamorarti, di trovare lavoro, di sposarti, di avere figli, di vederli sistemati, di perdere quei dieci chili, che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina, la primavera, l’estate, l’autunno o l’inverno. Non c’è momento migliore di questo per essere felice. La felicità è un percorso, non una destinazione. Lavora come se non avessi bisogno di denaro, ama come se non ti avessero mai…

Leggi tutto

La Chiesa, la guerra e la pace

Quest’anno si celebra un anniversario importante, quello dell’enciclica Pacem in terris di Giovanni XXIII, pubblicata l’11 aprile 1963. Il suo nascere fu il prodotto di alcune forti prese di posizioni della Chiesa del Novecento contro la guerra. Ricordiamo la Lettera ai capi dei popoli belligeranti (1° agosto 1917) e l’enciclica Pacem Dei (23 maggio 1920) di Benedetto XV; l’enciclica Ubi arcano (23 dicembre 1922) di Pio XI e i radiomessaggi…

Leggi tutto

Da gesuita, Jorge Bergoglio (papa Francesco), insegnava a pregare così:

Il pollice è il dito a te più vicino. Comincia quindi col pregare per coloro che ti sono vicini. Sono le persone…di cui ci ricordiamo più facilmente. Pregare per i nostri cari è “un dolce obbligo”. Il dito successivo è l’indice. Prega per coloro che insegnano, educano e curano. Questa categoria comprende maestri, professori, medici e sacerdoti. Hanno bisogno di sostegno e saggezza per indicare agli altri la giusta direzione….

Leggi tutto

Ho bisogno di Silenzio, di Alda Merini

Ho bisogno di silenzio Ho bisogno di silenzio come te che leggi col pensiero non ad alta voce il suono della mia stessa voce adesso sarebbe rumore non parole ma solo rumore fastidioso che mi distrae dal pensare. Ho bisogno di silenzio esco e per strada le solite persone che conoscono la mia parlantina disorietate dal mio rapido buongiorno chissà, forse pensano che ho fretta. Invece ho solo bisogno di…

Leggi tutto

Fare un week end di silenzio e preghiera. Ascoltarsi nel silenzio per incontrarsi…

Per coloro che vogliono “staccare” dalla frenesia della vita ordinaria e rileggere la propria vita…è possibile vivere una esperienza particolare e profonda che i gesuiti chiamano: Esercizi Spirituali. Si tratta di una una esperienza di silenzio e di ascolto della Parola di Dio e delle voci che si hanno nel cuore… per ascoltarsi incontrarsi e capire dove rilanciare la propria vita. Ha scritto un teologo: Se fossi un medico e uno…

Leggi tutto

Embrioni: forse non li chiamiamo persone ma sono vita

Aderendo alla campagna “Uno di noi”, l’Ucsi ha pubblicato un contributo della prof.ssa Maria Grazia Marciani, Direttore della Clinica Neurologica dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata, sia per ricostruire a livello scientifico il tema degli embrioni sia per comprendere il conflitto tra valori in questo complesso conflitto etico. L’EMBRIONE UMANO: ESSERE UMANO “DEBOLE” DA DIFENDERE E TUTELARE Chi è l’embrione umano? Quando inizia il ciclo vitale di un individuo umano? Nelle prime…

Leggi tutto

…dai Sonetti di Shakespeare

Coloro che hanno le stelle favorevoli si vantino pure di pubblici onori e di magnifici titoli, mentre io, cui la fortuna nega un simile trionfo, gioisco, non visto, di ciò che più onoro. I favoriti dei grandi principi schiudono i loro bei petali come la calendula sotto l’occhio del sole, e in loro stessi il loro orgoglio giace sepolto, poiché, a un cipiglio, essi nella loro gloria muoiono. Il provato…

Leggi tutto

PRAXIS, L’impegno civico non è negoziabile

Insieme ad Amedeo Piva e al gruppo di Praxis ieri sera, 7 maggio 2013, ci siamo immersi nei luoghi cuore della spiritualità dei gesuiti. Ecco il suo commento e alcuni dei contenuti: “Cosa può insegnarci oggi l’esempio di Ignazio di Loyola, fondatore dei gesuiti vissuto nella prima metà del Cinquecento? Come può la sua figura eccezionale, carismatica, trasformarsi in traccia per quanti cercano ancora con forza un impegno civile, politico?…

Leggi tutto