Il Natale dimenticato

E’ vero. Sono in molti che ci insegnano cos’è il Natale con versetti della scrittura o citazioni varie. E’ più raro, invece, leggere “cos’è il Natale per me” o che impegni o cambiamenti ci provoca. Condividere a questo livello aiuterebbe molti a ritrovare un senso, anche sociale e politico. Invece il Natale sembra sempre più dimenticato, lo rivela uno studio pubblicato di recente su un quotidiano nazionale. Ciò che segue…

Leggi tutto

Il discorso del Papa ai Gesuiti (full text)

Lunedì 24 ottobre, i gesuiti delegati che rappresentano i circa 16.500 gesuiti sparsi nel mondo hanno incontrato papa Francesco presso l’aula della congregazione a Borgo Santo Spirito. Il Papa ha dovuto attraversare la strada per raggiungerli e lo ha fatto col suo stile semplice e sobrio partecipando alla preghiera in cui si è ricordato il gesuita olandese Franz van de Lugt – “pastore del suo gregge” – assassinato a Homs in Siria il…

Leggi tutto

La coscienza morale: la grammatica comune tra credenti e non credenti

La coscienza, che è tra i riferimenti più richiamati per interpretare i cambiamenti culturali e storici del nostro tempo, occupa un posto centrale nella riflessione morale cristiana . Il Concilio Vaticano II dedica al tema un testo che invita il credente a coltivarla come luogo di ascolto, di giudizio, di scelta e di incontro con la voce dello Spirito. «L’uomo — leggiamo in Gaudium et spes n. 16 — ha…

Leggi tutto

L’esame di coscienza e il discernimento

Quando a Ignazio di Loyola chiesero quale fosse il modo di pregare più importate per lui rispose: “l’esame di coscienza” [1]. Ad ogni gesuita chiede di farlo due volte al giorno, prima di pranzo (al suono della campana) e prima di coricarsi alla sera (Costituzioni n. 342). Ma ne parla anche negli Esercizi spirituali (nn. 24-43). Si tratta di un’antica pratica che Ignazio rende famosa ma che esisteva già nelle…

Leggi tutto

Il discernimento dei gesuiti (XIV regola). Siamo attaccati nei punti deboli

Scrive S. Ignazio: Similmente, il nemico si comporta come un capo militare: dopo aver piantato la tenda di comando e osservato le postazioni o la posizione di un castello, lo attacca dalla parte più debole. Così il nemico ti osserva da tutte le parti ed esamina tutte le tue virtù teologali, cardinali e morali, e ti attacca e cerca di prenderti dove ti trova più debole (E.S., n. 327). Quali sono…

Leggi tutto

Eletti per servire. L’antidoto alla corruzione della politica.

La riflessione fatta oggi pomeriggio alla Camera dei Deputati alla presenza di numerosi deputati che è partita dal volume “Eletti per servire – Papa Francesco e i parlamentari italiani” a cura di S.Ecc. Mons. Lorenzo Leuzzi,  apre ad almeno tre grandi temi di riflessione: –       La cura sulla qualità dell’agire politico nella democrazia e nel contesto socio culturale italiano. –       Il ritorno alla coscienza come luogo di discernimento per fare scelte e scrivere…

Leggi tutto

Il discernimento dei gesuiti (XII regola). “La parola sorge dal silenzio e al silenzio ritorna”

l nemico si comporta come la donna che diventa debole davanti alla forza e forte davanti alla dolcezza. Infatti, come è proprio della donna che litiga con qualche uomo perdersi d’animo e fuggire quando l’uomo le mostra il viso duro, – mentre al contrario, se l’uomo comincia a fuggire e a perdersi d’animo, l’ira, la vendetta e la ferocia della donna sono molto grandi e smisurate -; così è proprio…

Leggi tutto

IL DISCERNIMENTO DEI GESUITI (XI REGOLA) “Mi impossesso di quello che mi è stato donato”

Scrive Sant’Ignazio: “Se sei consolato pensa a umiliarti e a ridimensionarti, pensando al poco che vali nella desolazione, senza quella grazia o consolazione. Al contrario, se sei nella desolazione, pensa che, con la sua grazia, puoi resistere, prendendo forza dal Signore” (E.S., n. 324). La consolazione è un dono, non è né una conquista, né un privilegio di qualcuno. Tanto meno è un merito che si è costruito con le…

Leggi tutto

I grandi uomini vivono con regole semplici

Uno dei protagonisti del Novecento, Papa Giovanni, aveva appuntato sul suo diario una decina di regole semplici per vivere nella quotidianità. Queste riposano il cuore e permettono di ri-concentrarci sia per rendersi conto del valore delle cose semplici che si fanno sia per riscoprire la dimensione del dono che si nasconde dietro ogni piccolo servizio. 1. Solo per oggi cercherò di vivere alla giornata senza voler risolvere i problemi della mia…

Leggi tutto

IL DISCERNIMENTO DEI GESUITI (VIII REGOLA). Immaginare la sofferenza futura è più angosciante del dolore presente

Quando sei desolato, cerca di rafforzarti nei sentimenti contrari a quelli che senti, e pensa che presto sarai consolato (Esercizi Spirituali, n. 321). Cosa ti capita nella desolazione? Crollano le speranze false e gli dei che stavi adorando e si purificano i veri e grande desideri di cui sei fatto. Vieni provato a crescere nella virtù della pazienza: è la tribolazione che “produce pazienza, la pazienza una virtù provata e…

Leggi tutto