Democrazia ed informazione: creazione di senso e di consenso

Democrazia e informazione: una breve intervista sul tema per la stampa locale di Treviso. D. Le democrazie oggi sono messe in discussione dalla emergente cultura politica e dai populismi europei. Sembra che si stia scardinando il rapporto tra governanti e governati, tecniche e procedure prevalgono sui valori e sui sogni collettivi. Esiste concretamente, oggi, un rischio per la nostra democrazia? R. Dipende. I populismi europei sono onde che si abbattono…

Leggi tutto

L’idea di democrazia di Rousseau. Quali affinità con il pensiero dei M5S? (V parte)

A livello politico Rousseau parte da un presupposto sociologico: lo Stato moderno che sta nascendo e la borghesia che continua a governare stanno diventando incompatibili tra loro. Così per dare un senso all’uomo e alla società ritiene utile partire da un’ipotesi logica che, pur non essendosi realizzata nella storia, ne costituisce il fondamento. Il punto di partenza è costituito, secondo lo schema classico del giusnaturalista laico, dallo stato di natura,…

Leggi tutto

Rousseau e il M5S (II parte)

Quella di Rousseau è stata un’esistenza che ha interpretato il mondo senza mai trovare pace; ma proprio la ricerca di un senso da dare all’esistenza e alla storia dell’uomo ha reso i suoi scritti geniali. Alcune tappe della sua biografia aiutano a scoprirlo. Partiamo dall’ultima contraddizione che ha coinvolto la sua figura. Dopo la sua morte (3 luglio 1778) a Ermenonville, cittadina di campagna a una cinquantina di chilometri da…

Leggi tutto

La realtà è!

L’ufficio della pastorale sociale e del lavoro della Cei diretto da mons. Fabio Longoni ha riunito circa 50 rappresentanti provenienti da ogni parte del Paese per capire e sperimentare come servire meglio le persone travolte dalla crisi del lavoro o da un (mondo) sociale in continua evoluzione che tende a de-umanizzare i legami sociali. E’ dalla lettura del contesto e da un profondo ascolto dei bisogni della gente che la…

Leggi tutto

Le tre soglie del giornalismo. Servizio pubblico, deontologia, professione

Dalla 4° di copertina: Quale funzione deve assumere il giornalismo in un tempo in cui la quantità di informazione dall’inizio dell’umanità fino al 2003 viene oggi riprodotta in sole 48 ore? Il giornalista si distingue dal comunicatore se ha cura della democrazia e la narra come “bene fragile” da costruire giorno per giorno e se assume la deontologia non come un obbligo ma come la responsabilità per la sua missione…

Leggi tutto

E’ democratica l’informazione italiana?

La spettacolarizzazione della politica, le ipotesi interpretative che si trasformano in notizie, il rifiuto della mediazione giornalistica generano tensioni tra politica e giornalismo, tra la democrazia e l’informazione che la narra. A soffrire è il diritto dei cittadini di informarsi e di scegliere come e con chi farlo. Un nuovo rapporto tra politica e informazione nasce dal coraggio di narrare una politica diversa e di saper interpretare e contestualizzare le notizie…

Leggi tutto

Al crocevia di fede e politica

Ruota intorno a tre domande l’intervento che il gesuita novarese Francesco Occhetta ha svolto sull’ultimo quaderno de La Civiltà Cattolica a riguardo della presenza dei cattolici democratici sulla scena della politica italiana, in quella che può essere considerata una fase nuova della stessa politica. Non della terza repubblica, a nostro giudizio, come il sentir comune sembra voler indicare, ma bensì “nuova stagione della politica”, all’interno di quella che è l’unica…

Leggi tutto

Ai giovani calciatori… le parole di un campione!

I valori e la testimonianza di vita spesso si trasmettono per “contagio”. Si ascoltano persone che parlano di ciò che vivono o hanno vissuto… e quelle parole sono cariche di vita e di senso. Un pò come le parole che ho trovato di Roberto Baggio che parla ai ragazzi che sognano di diventare grandi campioni del calcio.  A loro ricorda di diventare prima uomini di campioni! Poi c’è il capitolo…

Leggi tutto

L’ultimo scritto sulla Costituzione di Oscar Luigi Scalfaro

Era l’inizio del gennaio 2011, avevo appena terminato di cenare insieme al Presidente Scalfaro a casa sua, nella periferia di Roma. Ero andato a trovarlo perché stavo per partire per il Cile. Prima di congedarmi mi disse: “Aspetta, ho preparato lo scritto che ti avevo promesso”. Si assentò due minuti, andò nella sua stanza e poi ritornò con alcuni fogli. Era la prefazione del libro che stavo per pubblicare sulla…

Leggi tutto

Le promesse non mantenute della democrazia secondo Bobbio

Secondo Norberto Bobbio su quali condizioni si deve basare la democrazia per non fallire il suo fine? Bobbio risponde rimandando ad un impegno etico, quello di rimediare alle sei «promesse non mantenute» della democrazia: 1) l’individuo sovrano è spodestato dalla società pluralista: «protagonisti sono diventati i gruppi, le associazioni, le grandi organizzazioni, i sindacati e i partiti e sempre di meno gli individui»; 2)  la rivincita degli interessi di parte…

Leggi tutto