La felicità è un percorso, non una destinazione…

MadreTeresa01Non aspettare di finire l’università,
di innamorarti,
di trovare lavoro,
di sposarti,
di avere figli,
di vederli sistemati,
di perdere quei dieci chili,
che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina,
la primavera,
l’estate,
l’autunno o l’inverno.

Non c’è momento migliore di questo per essere felice.

La felicità è un percorso, non una destinazione.
Lavora come se non avessi bisogno di denaro,
ama come se non ti avessero mai ferito e balla,
come se non ti vedesse nessuno.

Ricordati che la pelle avvizzisce,
i capelli diventano bianchi e i giorni diventano anni.

Ma l’importante non cambia: la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela.

Dietro ogni traguardo c’è una nuova partenza.
Dietro ogni risultato c’è un’altra sfida.
Finché sei vivo, sentiti vivo.

Vai avanti, anche quando tutti si aspettano che lasci perdere.

Madre Teresa di Calcutta

2 Comments

  1. 1

    Quindi, si può dire in due parole “carpe diem”. Chi si angoscia per il domani lo fa inutilmente. Tanto l’ateo, quanto il credente non hanno ragione di farlo. Il primo perchè crede che il mondo sia guidato da forze cieche contro le quali non si può nulla. Il secondo perchè crede nelle larghe braccia della Divina Provvidenza. Bello. Pillole di saggezza.

  2. 2

    “il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela”. E’ una frase che va riflettuta e visualizzata. Vedere proprio un “piumino” all’opera, che toglie, toglie, toglie.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Potrebbe interessarti anche