Il coraggio della Verità. Il beato Tito Brandsma

di Benedetta Grendene “Una delle storie più appassionanti del XX secolo è raccontata in questo libro dal confratello carmelitano Fernando Millàn Romeral che con estrema dolcezza e sensibilità descrive il percorso umano e spirituale di Tito Brandsma. Sacerdote carmelitano di origini olandesi, Padre Tito da giornalista cattolico amante del dialogo ecumenico difese fino alla morte la cultura dell’amore e del perdono di fronte al genocidio nazista. La biografia di quest’anima buona,…

Leggi tutto

L’arte di mediare fondamento della giustizia riparativa

«Non si deve negoziare per paura, ma non bisogna mai aver paura di negoziare». A questa frase di John F. Kennedy si ispirava il titolo di un libro che avevo letto nel 2001: Il coraggio di mediare, curato da Fulvio Scaparro, psicoterapeuta, già presidente del Comitato Etico Indipendente dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Il volume costituiva in Italia la prima trattazione sistematica e interdisciplinare del tema della mediazione, attività dalle…

Leggi tutto

La giustizia riparativa e la storia del lupo di Gubbio

Durante un incontro nel Tribunale di Campobasso, mons. Giancarlo Brigantini, ha raccontato la storia del lupo di Gubbio, per parlare di una nuova idea di giustizia. La storia del lupo di Gubbio si può articolare in cinque passaggi che siamo chiamati a vivere per ricostruire la giustizia. 1. Esiste un dramma sociale. Il lupo non è semplicemente l’animale di quattro zampe, il lupo ha anche due zampe. È il prepotente,…

Leggi tutto

La presentazione di Stefano Ceccanti al n. 4000 di La Civiltà Cattolica a Pisa

  L’intervento di Stefano Ceccanti Ordinario di diritto pubblico comparato presso la Sapienza di Roma per la presentazione del numero n. 4000 de “La Civiltà Cattolica”, il periodico più antico d’Italia, assieme p. Antonio Spadaro. Sono intervenuti anche Monsignor Giovanni Paolo Benotto, Arcivescovo di Pisa; Marco Filippeschi, Sindaco di Pisa. L’incontro è stato coordinato dal giovane dottor Valerio Martinelli, Vice Presidente del Centro Studi e Laboratorio per la Dottrina sociale della…

Leggi tutto

Fake news: le mine nel campo della democrazia

Finalmente la riflessione culturale sta aprendo gli occhi sui pericoli delle fake news (le notizie false!!!) che sono come le mine nel campo della democrazia. Sono come gocce velenose che affondano le loro radici nella Rete e stanno inquinando l’acqua buona. In più intrappolano i fruitori delle notizie in un “eterno presente” senza memoria. Non sembra vero, appunto sembrerebbe una fake news, eppure è verissimo! Rischiamo di credere più al falso che al vero,…

Leggi tutto

Il 2 maggio 1930 nasceva Marco Pannella

Il 2 maggio 1930 nasceva a Teramo Marco Pannella. In pochi lo hanno ricordato. Ed è un peccato non averlo fatto per quello che ha rappresentato per la democrazia italiana. Rispetto ai tempi (politici) che ha vissuto sembrano passati anni luce. Io non l’ho amato, ma come molti, l’ho sempre rispettato e ascoltato. Ai suoi ha confidato: «I cristiani sono quelli che ci hanno dato di più, perché sono quelli…

Leggi tutto

#illavorochevogliamo verso la 48° Settimana Sociale di Cagliari

Creare lavoro è una responsabilità di tutti… certo non tutte le responsabilità hanno lo stesso peso, ma il tema non si può delegare più. Anche la Chiesa italiana ha deciso di prendere a cuore il tema del lavoro e si sta incamminando verso la 48° Settimana Sociale che si svolgerà a Cagliari dal 26 al 29 ottobre. Lo faremo secondo quattro registri comunicativi allo scopo di risvegliare e mettere in moto…

Leggi tutto

La vita di don Milani

La parabola di vita di don Milani è bella è complessa, affascinante e piena di profezia. In questi giorni molti scrivono di lui senza aver mai approfondito o letto molto. Questa è una fonte autorevole da cui partire. Scritta da p. Vanzan, un gesuita con cui ho vissuto e a cui era legato. “Don Milani arrivò a San Donato il 9 ottobre 1947, in una sera di fitta pioggia, e…

Leggi tutto

Mohamed Keita il fotografo di chi era morto e vive

Mohamed Keita è giunto in Italia nel 2010, dopo un viaggio di tre anni attraverso il Mali, l’Algeria, il deserto libico e la prigione, e infine Malta. Aveva appena quattordici anni quando, orfano di guerra. Lascia da solo la sua terra d’origine, la Costa d’Avorio. La sua condizione di migrante e rifugiato politico, oltre a ispirare incondizionata solidarietà, è un’efficace chiave di lettura del suo lavoro fotografico. Keita è un…

Leggi tutto

Sbi-lanciati per essere felici

“Sono felici solo le persone che hanno la mente fissa su qualche oggetto diverso dalla propria felicità; sulla felicità degli altri, sul progresso dell’umanità, o su qualche forma di arte o di ricerca, perseguita non come un mezzo, ma come un fine ideale. Mirando a qualcos’altro, finiscono per trovare la felicità” J.S.Mill. “Those only are happy (I thought) who have their minds fixed on some object other than their own…

Leggi tutto