Per non dimenticare il sacrificio di don Diana

Il 4 luglio 1958 nasceva Giuseppe Diana la cui vita è stata profetica: ha tenuto insieme due tensioni: la denuncia per liberare gli oppressi, un alternativa sociale da costruire basata sulla comunione e la cooperazione. Tertium non datur! Nella storia sono le testimonianze di donne e uomini credenti (perché credibili e creduti) che ci insegnano a rialzare la testa. Il 19 marzo, per esempio, ricorderemo il sacrificio di don Giuseppe…

Leggi tutto

“Duelli”

“Duelli” è una trasmissione di Radio 24 in cui si può dibattere e confrontarsi tra persone che hanno tesi opposte, la Conduce Francesco Maselli.Qui sono stato invitato insieme ad Alessandro Giuli che conduce Popolo sovrano su Rai 2. Grazie per l’invito a Orioli, vide direttore del Sole 24 Ore.Sono uscite riflessioni interessanti… Qui potete ascoltare il nostro dialogo:

Leggi tutto

Vivere in community tra Hikikomori e argonauti digitali

Partiamo da un dato: la quantità di dati generata dall’inizio dell’umanità fino al 2003 (notizie, immagini, foto, musica, testi) viene oggi riprodotta nell’arco di sole 48 ore. Le nostre bisnonne formavano gruppi nei cortili per chiacchierare mentre cucivano o pulivano le verdure dell’orto, la generazione dei nostri padri ha abitato luoghi di appartenenza come l’oratorio, il circolo, la cooperativa, la sede del partito. Oggi il web risponde a questo stesso…

Leggi tutto

L’identità cristiana in politica è la compassione

Il 18 giugno sono stato intervistato per il blog ‘Confini’ di RaiNews, proprio sul tema dell’identità cristiana. Sugli stessi argomenti anche Marco Fornasiero ha voluto approfondirli in questo dialogo pubblicato nel sito www.ucsi.it Il 18 giugno sono stato intervistato per il blog ‘Confini’ di RaiNews, proprio sul tema dell’identità cristiana. Sugli stessi argomenti anche Marco Fornasiero ha voluto approfondirli in questo dialogo pubblicato nel sito www.ucsi.it A partire dalla sua ultima analisi sui nuovi scenari politici…

Leggi tutto

A 41 anni dal sacrificio di Aldo Moro

Era il 9 maggio alle 12,30, quando il brigatista Valerio Morucci, 29 anni, uno dei cervelli dell’operazione, chiamò al telefono Francesco Tritto, un assistente universitario di Moro per dirgli che il presidente della Democrazia Cristiana era stato assassinato: «Lei deve comunicare alla famiglia che troveranno il corpo dell’onorevole Aldo Moro in via Caetani. Lì c’è una R4 rossa. I primi numeri di targa sono N5». Le immagini del suo corpo…

Leggi tutto

A Napoli all’Istituto Pontano. di Dino Falconio

Si è tenuta a Napoli, il 7 maggio, la presentazione del volume Ricostruiamo la politica insieme agli studenti del Liceo dell’Istituto Pontano e all’associazione degli ex-alunni guidata dal notaio Dino Falconio che per l’occasione ha scritto una recensione di particolare rilievo. “Il suddito ideale del regime totalitario non è il nazista convinto o il comunista convinto, ma l’individuo per il quale la distinzione fra realtà e finzione, fra vero e…

Leggi tutto

L’Economia civile, tra percezione e realtà

Anzitutto grazie per l’invito al prof. Leonardo Becchetti, a chi ha organizzato, e a voi che siete qui. Insieme stiamo facendo un’esperienza, quella nella quale ci riconosciamo senza conoscersi… e nella storia quando le comunità si formano e scommettono su quei valori che ci rendono più umani, la storia cambia.Ieri il prof. Becchetti ce lo ha ricordato: l’economia civile bisogna saperla comunicare…Dobbiamo chiederci allora: come facciamo a comunicare l’economia civile…

Leggi tutto

Quale modello di integrazione per il Paese Italia?

Il caso del sindaco di Riace è destinato a passare dalla cronaca alla storia, non tanto per esaltare le sue gesta ma per aver bloccato una forma generativa di integrazione degli immigrati. È l’«effetto struzzo», il nascondersi sotterrando la testa nella sabbia, senza voler vedere la realtà. I media non sono esenti dalla loro responsabilità sociale, infatti non basta accogliere gli immigrati con un approccio caritativo, come sta facendo la…

Leggi tutto

Il buio della (nostra) storia sui diritti umani

Sono già trascorsi 70 anni da quando, il 10 dicembre 1948, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite riunita a Parigi approvava con la Risoluzione n. 217/III la «Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo»,  definita dai suoi redattori «faro di speranza», «il Codice di morale internazionale». Rappresentava il riscatto della coscienza sociale mondiale dagli orrori subiti nella II guerra mondiale. È vero, la Dichiarazione è una raccomandazione, vive solo se si ripone fede…

Leggi tutto

Sacra è la cenere. La Quaresima del cristiano

La cenere – imposta sul capo dei credenti il mercoledì delle ceneri – è spiegata in una poesia di Pär Lagerkvist: “Solo quel che arde / diviene cenere. /Sacra è la cenere.Tu mi sfiorasti / e io divenni cenere.Il mio io, il mio essere divenne cenere,consumato da te.Così dice l’amante e il credente. / Tu mi sfiorasti. Io sono sacro.Non io ma la mia cenere è sacra”. La cenere è…

Leggi tutto